Cina 2016

Ancora C.A.M. e Fabio Barone insieme in un’impresa storica.
L’evento ha ottenuto il patrocinio dell’ambasciata italiana in Cina
“La strada definita la più pericolosa del mondo è situata  vicino alla città di Zhangjiajie, nella provincia di Hunan, in Cina, c’è il Monte Tianmen, noto anche come la Porta del Paradiso. Per raggiungere la sua cima bisogna percorrere dapprima una strada (Tongtian, che vuol dire Viale verso il Cielo) ricca di vertiginosi tornanti, 99 in tutto, percorsi i quali bisogna inerpicarsi per la cosiddetta scala verso il cielo (Tianti), composta da 999 gradini. Per salire su questa gradinata occorre tanto coraggio poiché lo sforzo è elevato. Per fortuna, però, questa fatica è largamente ricompensata dalla vista spettacolare di cui si gode una volta arrivati a destinazione, dove, oltre a un tempio buddista di 550 anni, si trova il meraviglioso arco di roccia naturale, profondo 70 metri e largo 30 metri, che, secondo i cinesi

L’impresa è stata presentata, il giorno 20 maggio 2016 nei padiglioni di Fiera Roma, nel contesto di Supercar, il salone dedicato all’auto non convenzionale. “La molla è quella di scrivere un’altra pagina del World Guinness Record”,i, sarebbe l’ingresso per il Paradiso annuncia Barone, pilota romano e presidente del più importante sodalizio di clienti Ferrari: il club Passione Rossa – questa volta porterò la mia Ferrari in Cina, perché sono affascinato dalla pericolosità della Tianmen Mountain Road: novantanove curve a oltre 1.800 metri di altezza senza nessun tipo di protezione o guardrail, novantanove curve che conducono all’incredibile ‘Porta del Paradiso’, un meraviglioso arco di roccia naturale, profondo 70 metri e largo 30 metri, che, secondo i cinesi, sarebbe l’ingresso per il Paradiso, e che è situato nella montagna sacra, dove fu girato il Kolossal  Avatar”

Anche per questa impresa la Ferrari 458 Italia Fabio Barone ha scelto una nuova e originale livrea colore rosso-nero con immagine del dragone cinese sulle fiancate di buon auspicio per la sfida. con un tuning spettacolare davvero all’altezza di un’impresa così unica è stata preparata da Capristo e da Leone Motor : assetto rialzato, sospensioni ammorbidite, cerchi in lega OZ Racing superleggeri colore oro speciali, terminale di scarico Capristo per migliorare le performance in altitudine e avere più coppia nel motore, kit in carbonio Capristo per vano motore e sottoscocca con un alleggerimento di ben 90 chili in meno del peso vettura. Ed ancora una volta ,come lo è stato per la Transfagarasan ,insieme a Barone a divorare le curve della Tianmen Road c’è C.A.M. srl del grande Michele Rainone